Esercizi alle parallele

Esercizi alle parallele

Stai pensando che devi sviluppare il tuo fisico in modo più deciso, e non sai bene quali esercizi provare per sviluppare maggiormente le Spalle e la parte superiore del corpo. Questi esercizi alle parallele ti possono aiutare a farti un idea di ciò che veramente ti serve.

Innanzi tutto alla base di tutto abbiamo bisogno delle parallele e qui ti buoi sbizzarrire in quanto ci sono di tutte le tipologie: grandi, piccole, alte e basse, di seguito ti inserisco una serie di link dove potrei acquistare quelle che fanno al caso tuo.

Trova le tue parallele

Entriamo nel vivo della discussione e capiamo quali muscoli vengono interessati in questi esercizi alle parallele, innanzi tutto sono movimenti che vanno ad interessare tutta la parte superiore del corpo in particolare:

Muscoli primari

  • Deltoidi anteriori
  • Pettorali
  • Tricipiti

Muscoli secondari

  • Bicipiti
  • Dorsali
  • Addominali

Ci sono degli esercizi base che andiamo a vedere per poter capire come affrontare in maniera sicura e senza particolari rischi alle articolazioni.

Volendo affrontare una sessione di allenamento con questi esercizi, consiglio vivamente di fare un buon riscaldamento, sia a livello muscolare per le spalle ma facendo anche moltissimo stretching per i legamenti, In particolare quelli vicino all’Omero che sono i più sottoposti a rischio durante il movimento di inizio della risalita.

Esercizi base

Dip alle parallele

La posizione di partenza è con una mano su ogni barra partiamo dall’alto con le braccia tese.

Inclina le gambe indietro a 90 gradi all’altezza del ginocchio, mi raccomando non incrociare i piedi in quante seppur minimo danno uno squilibrio della colonna

Comincia la discesa lentamente controllando e sentendo i movimenti del tuo corpo

Mentre scendi inclina il petto come a volerti mettere in modo parallelo al pavimento

arriva con il petto all’altezza delle parallele tenendo le braccia leggermente allargate e le spalle all’indietro

Una volta che come si dice in gergo sportivo “Hai spaccato il parallelo” comincia la salita lentamente e sempre controllando e sentendo i tuoi muscoli.

Un piccolo appunto: andando a modificare anche di poco l’inclinazione del busto mentre scendi, andrai a sollecitare muscoli differenti, quindi divertiti a sollecitare ogni muscolo.

Se durante il movimento senti dolori articolari, riduci il ROM (Range di movimento). Cioè vai a fare un movimento meno accentuato ma che non vada a sollecitare in modo sbagliato le tue articolazioni. Almeno fino a quando il tuo sistema scheletrico e il tuo sistema nervoso centrale non avranno assimilato il movimento. Questa è una procedura normale per il fisico, assimilare piano piano i cambiamenti e i movimenti. In questo modo Step by Step riuscirai a portare a casa anche questo esercizio in maniera pulita e sicura.

Esercizi alle parallele per Tricipiti

La posizione di partenza è con una mano su ogni barra partiamo dall’alto con le braccia tese.

Inclina le gambe indietro a 90 gradi all’altezza del ginocchio, mi raccomando non incrociare i piedi in quante seppur minimo danno uno squilibrio della colonna

Il busto deve rimanere perpendicolare al pavimento, i comiti sono lungo i fianchi

Cominci la discesa tenendo i gomiti vicino al corpo e segui in questa maniera se vuoi fare un movimento più lineare e giusto

Una volta arrivato ad aver spaccato il parallelo ricomincia la salita ricordandoti di non incrociare i piedi e sopratutto salendo con l’addome ben contratto in modo da dare assistenza alla schiena evitando così di inarcarla.

Esercizi Core

Alle parallele si possono allenare anche molti altri muscoli, andando a muovere le gambe piuttosto che il busto. Questi esercizi alle parallele sono considerati propedeutici per gli esercizi più complessi specialmente in discipline come il calisthenics.

Sollevamento gambe a squadra

La posizione di partenza è con una mano su ogni barra partiamo dall’alto con le braccia tese, le gambe sono lasciate perpendicolari al pavimento e tese piedi a martello

Comincia il movimento andando a sollevare le gambe davanti a te, devono essere tese ed unite

Ricorda di ascoltare il tuo corpo e i tuoi muscoli, in particolare modo l’addome che è la muscolatura principalmente interessata per svolgere l’esercizio

Una volto arrivato con le gambe parallele al pavimento e quindi aver formato un angolo di 90 gradi con il busto, puoi iniziare la discesa sempre in maniera controllata.

Durante lo svolgimento dell’esercizio, una particolare attenzione alle spalle che devono essere funzionali e contratte ma sopratutto lontane dalle orecchie.

Sollevamento gambe a 90 gradi

Se le gambe a squadra sono troppo pesanti, perché la tua forza fisica ancora non ti permette di fare quest’esercizio, puoi semplificarlo un pò piegando le gambe all’altezza delle ginocchia.

Quando stai arrivando con le gambe che formano un angolo di 90 gradi con il tuo bacino, lascia che dal ginocchio in giù siano perpendicolari al pavimento in modo da creare meno leva e alleggerire il carico degli addominali.

Esercizi avanzati parallele

se ti interessano le parallele anche per i pettorali ti consiglio di leggere anche questo articolo: Piegamenti sulle braccia

Planche

Questo è sostanzialmente l’esercizio più duro e difficile da svolgere su questo attrezzo, il suo svolgimento indica chiaramente una costante preparazione ed una ottima forza fisica.

Di seguito trovi un semplice elenco degli esercizi propedeutici in quanto le Planche è un esercizio troppo complesso per affrontarlo così senza dare spiegazioni e dettagli in maniera approfondita.

  • Frog Stand: principalmente equilibrio
  • Tuck Planche bassa: cominciamo ad attivare la muscolatura e interessata alle Planche
  • Tuck Planche: Primo vero esercizio impegnativo dove bisogna avere già abbastanza forza per eseguirlo
  • Advanced Tuck Planche: stiamo arrivando quasi alla fine qui la forza deve essere già in noi
  • Straddle Planche: qui possiamo dire che siamo arrivati alla meta, ma per alleggerire un pò questo esercizio prima di arrivare alla figura completa finale potete svolgerlo le prime volte a gambe divaricate e vi assicuro che sarà comunque molto difficile.

I consigli

Se vuoi riuscire in questi esercizi non scoraggiarti se non avrai avanzamenti significativi visibili, la forza necessaria non viene fuori dal nulla ma viene esercitata tutti i giorni con frequenza e caparbietà. Ma sopratutto con una grande forza di volontà, non per questo gli esercizi presenti in questo articolo sono i più spettacolari da vedere, d’altronde non sono alla portata di tutti!

Impegnati e poi spacca la spiaggia o il parco dove tutti gli occhi saranno puntati su di te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto